Maglie autografate e altri cimeli firmati dal mondo del calcio

Tutti i criteri che aumentano il valore della tua maglia autografata

Il calcio, con i suoi 400 milioni e oltre di tifosi, è senza alcun dubbio uno degli sport più seguiti al mondo. La sua capacità attrattiva è immensa ed è uno degli esempi più evidenti all’interno del campo del collezionismo autografale di come l’emotività sia in strettissima relazione con il possesso dell’oggetto stesso. Riuscire a ottenere la maglia, ma anche scarpe, guanti da portiere o poster e fotografie del proprio beniamino è per il tifoso il modo più immediato per poter rivivere le emozioni provate durante il gioco e averlo vicino anche al di fuori del perimetro del campo da calcio. 

Nella storia del calcio si annoverano decine e decine, se non centinaia, di episodi in cui i tifosi hanno rischiato il tutto per tutto pur di riuscire ad accaparrarsi l’autografo del proprio calciatore preferito o di casi in cui addirittura, consapevoli del grande valore sia affettivo sia economico da questi rappresentato, sono stati gli stessi calciatori a rilasciare i propri autografi, facendone dono ai tifosi come forma di risarcimento e benevolenza. Tra i tanti aneddoti che potremmo riportare, ricordiamo la disavventura capitata a una tifosa della Juventus che il 21 Gennaio 2019, seguendo dagli spalti dell’Allianz Stadium il riscaldamento dei bianconeri prima del match contro il Chievo, è stata colpita in faccia da una pallonata che le ha rotto gli occhiali. La pallonata non è arrivata però da un calciatore qualsiasi, bensì da Cristiano Ronaldo che una volta venuto a conoscenza del fatto le ha regalato una maglia autografata con dedica personalizzata.

Ma al di là della personale predilezione per l’uno o l’altro calciatore, quali sono i criteri da tenere presenti per una corretta valutazione economica della maglia o di un qualunque altro cimelio calcistico autografato che vogliamo vendere o magari desideriamo acquistare?

Prima di tutto è importante tenere presente la popolarità e il successo del giocatore nel momento storico in cui stiamo acquistando/vendendo l’oggetto, ma anche, e soprattutto, considerare quando questo è stato firmato. Se la maglietta è stata autografata all’apice della carriera del giocatore, magari in un momento particolare come ad esempio la partita vincente di una finale, il valore della firma aumenta in maniera considerevole perché si tratta di un momento memorabile della storia del calcio. 

Le condizioni della maglia o dell’oggetto su cui è apposto l’autografo, invece, ne influenzano il valore economico soltanto nel caso in cui la maglia non sia stata mai indossata o l’oggetto utilizzato, viceversa se la maglia o i guanti sono stati indossati e utilizzati dal giocatore risultano addirittura più preziosi. Eventuali segni di usura o macchie di fango e di sudore del campione a cui gli oggetti sono appartenuti li rendono semplicemente più pregiati e unici. 

Altro criterio fondamentale da utilizzare per la valutazione in termini economici di un autografo è essere sicuri dell’autenticità della firma, infatti senza un certificato che ne attesti l’autenticità l’autografo è praticamente senza valore. Autografia – Associazione Periti Calligrafi Certificatori è già stata interpellata svariate volte da molti collezionisti appassionati di calcio e desiderosi di poter completare e nobilitare il proprio autografo con un certificato di autenticità. In diversi casi è stato possibile stabilire l’autenticità di vari autografi, rassicurando il collezionista sull’acquisto effettuato – come ad esempio in questo gagliardetto autografato da Batistuta, Totti ed altri calciatori – aumentando considerevolmente il valore dell’oggetto.

Una curiosità: in cima alla lista delle maglie appartenute a calciatori che nelle vendite all’asta hanno raggiunto prezzi da capogiro si posiziona la maglia con cui Pelé condusse la sua squadra alla vittoria durante la Coppa del Mondo del 1970, aggiudicatasi dal compratore per una cifra che sfiora i 180.000 euro!

Hai qualche dubbio circa l’autenticità di un autografo oppure desideri certificarlo? Scopri come al seguente link

Matilde Gamannossi Degl’Innocenti