Autografo di Maradona, è il momento di investire?

La morte del Pibe de oro è stato un evento inaspettato che ha segnato in maniera indelebile la storia del calcio e forse lo sport in generale. Come si potrà facilmente  immaginare, la reazione dei cacciatori di autografi e di cimeli è stata immediata, facendo balzare alle stelle l’interesse per maglie o palloni utilizzati o firmati dal grande Campione. 

A distanza da poche ore dell’annuncio ufficiale della morte di Diego Armando Maradona, i maggiori market place sono stati letteralmente inondati di autografi in vendita, e di riflesso la nostra Associazione è da qualche giorno tempestata di chiamate e richieste di Quick Response (quasi 70 in poche ore!) da acquirenti e venditori che desiderano assicurarsi che gli autografi commerciati siano realmente autentici.

Il nostro team di Periti Calligrafi si è messo subito all’opera, ed al fine di poter garantire ai nostri Clienti e Membri Sostenitori un servizio al massimo dell’affidabilità, sono stati visionati circa due ore di filmati di Maradona nell’atto di firmare e schedati oltre 500 autografi tra autentici e falsificati. 

Come di consueto accade in questi casi, ci attendevamo di essere sommersi da una spropositata quantità di falsi come ad esempio è stato per gli autografi di Kobe Bryant, e di dover spezzare, come purtroppo spesso accade, il sogno e l’aspettativa dei collezionisti che sono legati, per lui più che per molti altri personaggi, al mito di Maradona.

Ma ci stavamo sbagliando… La realtà dei fatti ha invece del tutto disatteso le nostre previsioni: abbiamo notato con nostra grande sorpresa che oltre il 50% degli autografi che ci venivano inviati per la certificazione erano potenzialmente autentici!

Questo dato, che ha dell’incredibile se paragonato ad esempio all’incidenza degli scritti autentici di Michael Jackson che è circa del 3%, ci fa riflettere su una questione: è davvero il momento giusto di acquistare un suo autografo a cifre da capogiro? 

L’autografo di Maradona è sicuramente un incredibile pezzo da aggiungere ad una collezione di autografi, e la sua valutazione lieviterà senza dubbio nel tempo. Analizzando  i dati che ci avete segnalato, e che abbiamo monitorato sul web, abbiamo visto aste  di beneficenza in cui maglie hanno raggiunto la cifra astronomica di 21.000€, accanto a maglie altrettanto belle ed autentiche invendute per 1.500/2.000€. Come districarsi quindi in questa “giungla” di prezzi e valutazioni e soprattutto, qual è il prezzo giusto per un autografo di Diego Armando Maradona?

Purtroppo (per i venditori) e per fortuna (per gli acquirenti) una volta terminata l’euforia del momento i prezzi torneranno a stabilirsi a cifre più contenute, in quanto la nostra previsione è che la stragrande offerta sul mercato di articoli autentici e certificati (soltanto la nostra Associazione ne sta rilasciando circa 40) saturerà la domanda, facendo inevitabilmente scendere i prezzi per la più semplice delle leggi di mercato. 

Venendo alle valutazioni, certi di dare un aiuto ai collezionisti che non possono che essere disorientati di fronte a queste differenze di prezzo, sconsigliamo di pagare una maglia più di 3.000€ (a meno che non siano articoli indossati o di comprovata rarità) e 500-700€ una foto firmata. Ovviamente i prezzi espressi sono riferiti ad autografi accompagnati da Certificato di Autenticità rilasciati da certificatori internazionali (PSA/DNA, JSA, Beckett, UACC, AFTAL, ACOA ed Associazione Autografia per Italia ed Europa). Nel caso di acquisto da privati o rivenditori occasionali, che non possono offrire alcuna garanzia, la filosofia da applicare è quella del gratta e vinci. Può andare bene, e ce lo auguriamo, ma più facilmente la fregatura potrebbe essere dietro l’angolo.

Se avete un autografo di Diego Armando Maradona, o siete in procinto di acquistarne uno, contattateci qui senza indugio per un parere preventivo sull’autenticità.