L’auto di Supercar “Kitt” autografata dai personaggi della serie.

Un pezzo incredibile che nasce dagli sforzi di un appassionato collezionista della serie Supercar, in grado di realizzare negli anni una replica fedele in ogni sua parte dell’auto Kitt, apparsa nelle quattro stagioni della serie.
Ma a rendere davvero unico il tutto è la presenza degli autografi di tre personaggi fondamentali che ruotano intorno alla serie: Rebecca Holden, David Hasselhoff e Michael Scheffe.


Siamo stati contattati dal proprietario e ci siamo recati in provincia di Ivrea per il rilascio del certificato di autenticità interattivo per gli autografi apposti.
Di seguito una piccola intervista al possessore di Kitt, Luca Scapinello:

-Da dove nasce la passione per Supercar?
È una passione che ho da quando ero piccolo. Dalla prima volta che vidi la serie insieme ai miei genitori, fui colpito subito dalla trama e dall’estetica dell’auto.

-Qual è stata la spinta che ti ha portato a voler creare una replica di Supercar?
È stato un processo molto lungo. Nel 2005 venni a conoscenza di una replica di Kitt qua in Italia, a Torino, ed ho cercato con i mezzi dell’epoca di rintracciarne il proprietario.
Una volta conosciuto ho instaurato con lui un rapporto di amicizia ed è stato sempre grazie a lui che è il progetto ha iniziato a prendere forma.

-Quanto tempo ti ci è voluto per realizzarla?
Circa sei anni. Quando ho comprato l’auto era di colore bianco e molti pezzi erano mancanti, i cerchioni diversi davanti e dietro…Insomma c’era un bel po’ di lavoro da fare!
Senza contare che non sono intervenuto solo sull’estetica ma anche a livello meccanico, integrandone tutte le componenti.

-Quante ce ne sono al mondo di Kitt come la tua?
In Italia si parla all’incirca di una quarantina di esemplari, ma non sono molte ad essere delle fedeli repliche internamente ed esteriormente.

-Adesso una domanda un po’ più delicata ma che sicuramente ti aspetterai. Quanto hai speso per realizzarla?
Ad un certo punto ho smesso di tenere il conto perché diventava un po’ traumatico! Sicuramente più di 30.000 euro.

-In famiglia come hanno preso questa tua passione? Perché adesso possiedi un oggetto praticamente unico e che sicuramente vale molto di più dei soldi che ci hai speso.
All’epoca è stata dura. Dover unire questa passione con la mia famiglia (che giustamente la considerava una cosa un po’ pazza) non è stato affatto facile avendo solo un mio amico che mi supportava.
Una volta visionato il prodotto finito, unitamente anche alla visita di David Hasselhoff che l’ha autografata, si sono tutti ricreduti.

-Lo rifaresti?
Si e no. Per la soddisfazione di possederla e guidarla lo rifarei sempre; se penso a tutte le fatiche invece per crearla non sono così sicuro! (Ride).

-Addentriamoci adesso nel nostro mondo, quello degli autografi. Come hai conosciuto l’Associazione?
Parlandone in famiglia ci siamo decisi a dare un valore aggiunto agli autografi presenti all’interno dell’auto così con una ricerca su internet ho preso subito contatti con voi.

-Ma come hai fatto a farti autografare l’auto?
L’auto è stata autografata da tre personaggi che hanno partecipato alla serie.
La prima è stata Rebecca Holden (nel ruolo di April, presente nella seconda stagione), quando nel 2012 ha partecipato al raduno ufficiale di Supercar ad Alessandria che ha apposto la sua firma all’interno della bauliera.

Nel 2013 a Milano durante l’ultimo raduno italiano, ho conosciuto Michael Scheffe, designer e progettista che grazie alle sue modifiche ha reso Supercar unica. Scheffe, è anche il padre di un’altra famosissima auto del mondo del cinema: l’incredibile Delorean di “Ritorno al Futuro”.

Per ultimo ho poi incontrato David Hasselhoff, il protagonista.
Il primo autografo che mi ha fatto è stato sul bracciolo; per farlo autografare ho dovuto smontarlo e portarlo ad un incontro in Germania durante il German Comicon nel 2016.
Storia diversa invece per l’auto. A Novembre 2017 venne organizzata una mini crociera con l’attore a bordo alla quale io e la mia famiglia abbiamo aderito. In accordo con lo staff abbiamo portato la vettura per delle foto promozionali ed in cambio ho richiesto foto e autografi con l’attore che l’ha firmata in tre punti.



-David Hasselhoff è stato disponibile?
È stato davvero un bellissimo momento. So che molti fan e collezionisti lo seguono per farsi autografare suoi cimeli legati alle serie nelle quali ha partecipato e non credevo fosse così disponibile ed interessato. Appena ha visto il bracciolo mi ha subito chiesto dove lo avessi fatto autografare. Ho avuto poi anche l’occasione di mostrargli alcune copie di giornali e riviste inerenti sempre a Supercar che nel corso degli anni ho collezionato ed è rimasto davvero molto colpito facendo anche foto con tutta la mia famiglia.

-Cosa ha detto quando ha visto la tua Kitt?
Credo che sia rimasto davvero sorpreso e sarà anche per lui motivo d’orgoglio pensare che nonostante siano passati quasi 40 anni, ci siano ancora tanti collezionisti e appassionati della serie.

-Un’ultima domanda. La venderai mai?
Assolutamente no! (Ride)
Tengo tantissimo a questa auto e vorrei tenerla per tutta la vita e un domani lasciarla a mia figlia.

Se desideri certificare un autografo, contattaci!
Associazione Autografia, l’associazione a fianco del collezionista di autografi.